LILITH MEIER

Casa Sant’Anna

Lilith Meier, 30 anni, Torino

 

La rete di strutture ricettive Rifugi Solidali Appenninici vuole essere un punto di riferimento per i bisogni ricettivi di escursionisti e cicloturisti dell’Appennino Bolognese, lungo la Via degli Dei.

 

L’attività ricettiva si svolgerà all’interno di spazi sociali, attivi e dinamici, che sostengono la conoscenza e l’integrazione dell’autismo e della disabilità, favorendo l’interazione e la condivisione di spazi ed esperienze tra autistici e neurotipici attraverso eventi appositi, esperienziali e divulgativi, in un reale contesto lavorativo, affiancati da educatori professionisti.

 

Struttura pilota della rete – la prima a nascere cronologicamente e a fungere da modello per i successivi rifugi – è casa Sant’Anna, una cascina situata a Pontecchio Marconi nella quale da due anni l’associazione Mangialafoglia, in collaborazione con Angsa Bologna, porta avanti attività rivolte ad adolescenti e adulti affetti da disturbo dello spettro autistico.